Non Abbiate paura sono Io

Più di venti secoli fa gli uomini hanno scelto il potere per umiliare Gesù, la violenza per appendere Cristo ad una croce, la prepotenza per tacitare il suo grido di libertà per l’umanità … Oggi, 2000 anni dopo, la maggior parte di noi che ci dichiariamo cristiani abbiamo a volte preferito l’indifferenza, come dire a Gesù di non complicarci troppo la vita …
La Quaresima è stata un invito a rivedere la vostra vita come cristiani, come discepoli di Cristo, a riaccendere in noi il fervore della fede. Un invito:
A digiunare: Per alzarsi ogni giorno con la fame di giustizia. Andare a lavoro con fame di solidarietà fame. Relazionarsi con i tuoi fratelli affamati di fraternità. Accogliere con favore le prove e le delusioni con fame di fede e andare a letto alla fine della giornata affamati di Dio.

A pregare. Per chiudere le porte della apatia, ai tanti rumoni che spengono il nostro cuore, alla fretta che non ci fa incontrare i fratelli, al conformismo che affoga la speranza. E lì, in segreto, dentro il tuo cuore ama, prega e parla a Dio degli uomini e agli uomini di Dio.
A servire. Perchè al tuo fianco, Gesù continua a cadere ancora e ancora sotto il peso della croce. Solo coloro che hanno occhi possono vedere le esigenze di altri fratelli e diventare cirenei. Quante persone percorrono ogni giorno a piedi la via del Calvario.

La Quaresima è stato un tempo di conversione. Una scuola per imparare ad amare, perchè senza amore è impossibile capire Dio, perché Egli, è proprio l’Amore.

La Quaresima ci ha aiutato a rinfocolare la nostra fede per poter illuminare la nostra vita con la luce della Risurrezione

La nostra vita, la nostra quotidianità è costellata continuamente di croci. Proprio l’altro giorno i fatti di Bruxelles non hanno fatto altro che mettere ancora maggior ansia e paura nei nostri cuori gia duramente provati, e i nostri cuori senza la fede potrebbero perdersi, ciondolarsi senza pace. La fede ci apre la strada alla Pasqua.

La Pasqua ci invita a combattere i dubbi, i fallimenti, le croci, il dolore … con l’amore. Non dimenticando che amando si impara a soffrire e soffrendo si impara ad amare. Ricordandoci che l’unica forza capace di trasformare il male in ben è proprio quell’amore che Cristo ci ha portato a caro prezzo su questa terra. Proprio oggi, Cristo, il risorto ci ripete: “NON ABBIATE PAURA SONO IO”.

Se ami, la Pasqua, la resurrezione, la gioia, allora la felicità di Dio-amore germoglierà nella tua vita e in quella dei tuoi fratelli e ti farà affrontare qualsiasi prova… Fai la prova e vedrai quanto è buono il Signore

Andate presto, andate a dire.
A svelare il grande segreto di Dio.
Andate a dire che la notte è passata.
Andate a dire che per tutto c’è un senso.
Andate a dire che l’inverno è fecondo.
Andate a dire: le piaghe risanano.
Andate a dire che il deserto fiorisce.
Andate a dire che l’Amore vince sull’odio.
Andate a dire che la gioia non è sogno.
Andate a dire che la felicità è a portata di mano.
Andate a dire di lottate.
Andate a dire che ogni impegno è un’opera gradita a Dio.
Andate a dire che ogni croce è un trono.
Andate a dire che ogni tomba è una culla.
Andate a dire che il dolore è salvezza.
Andate a dire che il povero è in testa.
Andate a dire che il mondo ha un futuro.
Andate a dire che il cosmo è un tempio.
Andate a dire che ogni bimbo sorride.
Andatelo a dire ai tribolati, ai torturati, agli ammalati, ai perseguitati, ai disperati.
Andate a dire che la gioia ha un volto, proprio quello sfigurato dalla morte, ma trasfigurato nella Pasqua 

BUONA PASQUA DI CUORE!!!

Don Giampiero


Per eventuali le donazioni ricordo:

ASSOCIAZIONE IL GIARDINO DI PROVVIDENZA O.N.L.U.S VIA DEI CASALI DI PORTA MEDAGLIA 1 00134 ROMA

IBAN IT 97 M 08327 03241 000000002286

Causale per Giampiero Peten